civuoleunIMPREVISTO

binaricvupHo passato gli ultimi mesi a pensare che tutto quello che capitava, o, per lo meno, tutto quello che capitava senza essere stato previsto fosse una complicazione.
Io davanti alle complicazioni ho un comportamento standard, riassumibile in una sequenza del tipo:
Sorpresa –> Ansia –> Sconforto –> Fame (non vi chiedete il motivo, non l’ho mai capito) –> passeggiata al mare –> tranquillità.
Si, non sono normalissimo, ma il punto non è questo.

Il punto è che qualche mese fa, invece, il mio tempo lo trascorrevo a cercare un progetto, qualcosa da seguire dall’inizio, scommettendo tutto sulla sua riuscita e sulla sensazione di benessere che ne sarebbe seguita.
Poi, ho scoperto che le complicazioni rappresentano il 98% del progetto stesso, che un progetto è esattamente quel 98%, e che il mio desiderio di pianificazione e i miei programmi erano solo i binari su cui accogliere quest’accozzaglia di intralci, cancellazioni, contraddizioni, conti che non tornano.

Il bello è proprio questo, quel 98%.

Oggi, ad esempio, sui nostri binari, storti e costruiti con mezzi di fortuna, è arrivato un cambiamento pesante, non previsto, e, proprio per questo, sorprendente e bellissimo. Caschiamo in piedi, e ancora più carichi.

CVUP, che da sempre ci ha reso felici e fieri, sta reggendo ai conti, ai discorsi, agli incontri. Sta reggendo alla burocrazia, alle canzoni che nessuno conosce, alla difficoltà di mettere i nostri gusti personali al secondo posto.

I binari di CVUP reggono: stiamo arrivando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...