George Martin 1926-2016

Lo chiamavano il quinto Beatles, ma la verità era un’altra.

1128.jpgLa verità è che George Martin, in quella che Dante potrebbe definire l’età di mezzo, e che oggi è un prolungamento un po’ maldestro della giovinezza, era un bravo produttore musicale inglese.

Aveva avuto qualche successo con la musica classica, o con quella da commedia, quando queste andavano messe su dischi.

Poi incontra quattro ventenni, da poco bocciati da qualche collega più famoso e lì inizia la leggenda.

Una leggenda durata nove anni o giù di lì, fatta di musica che parte in un modo e arriva The-Beatles-George-Martin-the-beatles-33432395-400-400.jpgcompletamente distorta, fatta di un successo mai immaginato prima, fatta di ore in studio, a suonare strumenti, oggetti, a registrare tutto, a mettere dentro spazi piccoli intere orchestre.

Anni a vedere due ragazzini rincorrersi per far vedere quanto sono bravi, e altri due che diventano enormi fino ad uscire dall’ombra. Anni a mettere le mani sul mixer, ma anche sul piano, sulle corde della chitarra; e sulle teste di quei quattro, ad assecondarne e perfezionarne idee folli, mentre quelli stavano diventando uomini, stavano diventando geni, stavano diventando star e stavano cambiando la storia, della musica e non solo.

Il suono degli anni ’60, il suono della pop music, e della stragrande maggioranza dei generi che oggi ci appassionano e ci dividono nascono da lì, da quegli anni, da quelle ore, e da George Martin

La verità è che i Beatles non sarebbero stati quelli che sono stati senza di lui, e per carità, forse sarebbero stati grandi lo stesso, o forse di più; forse la musica oggi sarebbe anche migliore, chissà.

La verità è che non ne abbiamo nessuna prova e che va bene così. Che la cosa importante è che lui ci abbia creduto, che ci abbia lavorato e che alla fine quel suono lì ci sia stato veramente.

Il suono dei Beatles, il suono degli anni ’60 il suono di tutta la musica dopo, il suono di George Martin, Music Producer, 1926-2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...